Voa Voa Sociale e Diritti

VoaVoa Sociale & Diritti è un servizio di tutela psico-sociale e legale, erogato gratuitamente all’ingresso di ogni Famiglia Speciale in VoaVoa! Onlus.

VoaVoa Sociale & Diritti è un progetto multidisciplinare e multiobiettivo che riunisce una squadra di professionisti convenzionati.

Essi sono:

3 assistenti sociali

2 avvocati

1 referente di patronato convenzionato

2 psicologi

In cosa consiste?

VoaVoa Sociale&Diritti , vuole essere il servizio d’ingresso a tutte le Famiglie VoaVoa.

Erogato gratuitamente, si propone in estrema sintesi di:

  • Inquadrare e documentare lo stato di presa in carico socio-sanitaria territoriale della famiglia arrivata a VoaVoa.
  • Promuovere la tutela dei Diritti Esigibili e mirare al loro ottenimento con lo strumento del dialogo o del confronto giuridico-legale con la pubblica amministrazione, laddove necessario.
  • Sostenere psicologicamente la Famiglia VoaVoa, aiutando i suoi componenti ad elaborare la sofferenza ed il disagio psicosociale causato dal trauma della malattia rara, neurodegenerativa, diagnosticata ad un figlio.
  • Costatare l’inerogabilità di servizi socio-sanitari assistenziali da parte degli enti istituzionali preposti come condizione per il finanziamento responsabile e consapevole delle stesse prestazioni, attraverso fondi dell’associazione.
  • Raccogliere testimonianze utilizzando lo storytelling come strumento di “awareness raising”.
  • Utilizzare la Valutazione d’Impatto Sociale per convertire l’azione di VoaVoa in outcome dovuto all’attivazione di servizi socio-sanitari assistenziali dormienti, alla risoluzione di disservizi equivalenti a sprechi di soldi pubblici, alla presa in carico psicologica, al finanziamento alle famiglie di progetti assistenziali ad hoc, e quant’altro misurabile in SROI tramite gli strumenti della scienza economica applicata al non profit.

Motivazioni.

A prescindere dalla patologia del proprio figlio, ogni famiglia che si affaccia a VoaVoa porta con se le problematiche e difficoltà legate ad una presa in carico dei servizi assistenziali territoriali sociali e sanitari, spesso lacunosa e inefficiente.

VoaVoa! Onlus nasce da un atto di empowerment dal basso, dettato dalla necessità di sostenere, attraverso un’azione mirata, una categoria di cittadini portatori di bisogni specifici. Per colmare questo stato di bisogno, VoaVoa! Onlus, al pari di ogni realtà del Terzo Settore, trova le proprie risorse attraverso l’autofinanziamento tramite campagne di fundraising e contributi da parte di enti benefici esclusivamente privati.

Una delle motivazioni fondanti il Progetto VoaVoa Sociale & Diritti, è la volontà di creare uno strumento specifico che consenta di indirizzare le elargizioni dei nostri donatori verso servizi socio-sanitari utili all’assistenza del minore, soltanto previa constatata verifica della loro ufficiale inerogabilità da parte della pubblica amministrazione nonostante corrispondano a diritti esigibili.

Secondo un atteggiamento di massimo rispetto nei confronti delle famiglie socie e dei propri sostenitori, VoaVoa Sociale & Diritti non vuole assecondare la politica interventista passiva tipica di un Terzo Settore rassegnato a priori alla “coperta corta” della pubblica amministrazione, ma intercalare fra l’intervento finanziato  con le proprie risorse e il bisogno da soddisfare, un passaggio di verifica che accerti che lo stesso intervento assistenziale socio-sanitario non possa essere erogato dall’ente istituzionale preposto.

 

DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO.

L’accesso al Progetto avviene secondo il seguente iter.

A seguito della iscrizione all’Associazione,  ogni neo “Famiglia Voa Voa” viene contattata dal “Manager Sociale” (Assistente Sociale) per la gestione dell’”Ingresso ai servizi Voa Voa ”. In tale occasione il Manager Sociale programma, confrontandosi con la Famiglia Voa Voa, il progetto “Voa Voa Sociale ”per l’inquadramento della condizione psicosociale della famiglia stessa.

In particolare, a ciascuna Famiglia Voa Voa aderente al Progetto verrà somministrato uno o più questionari i quali avranno lo scopo di inquadrare la propria Situazione Sociale, Fiscale, Psicologica al momento dell’ingresso nell’Associazione nonché Psicosanitaria. Tali questionari saranno principalmente standardizzati ma sempre accompagnati da una parte libera destinata alla personalizzazione del caso concreto.

Laddove venga lamentata o comunque rilevata la presenza di diritti esigibili non rispettati quali prestazioni sanitarie/sociali non erogate in difformità della normativa vigente sulla disabilità/malattie rare e sussidiarietà all’invalidità, da parte delle Istituzioni all’uopo predisposte, viene attivato il progetto “Voa Voa Diritti” che vede il passaggio dalla constatazione del disservizio, avvenuto nel progetto Voa Voa Sociale all’azione giuridico-legale stragiudiziale mirata a restituire alla Famiglia Voa Voa il diritto negato.

Sulla base ad a seguito dei questionari e dei dati raccolti in generale, verrà proceduto, nell’ordine alla:

  • Fase Conoscitiva: in cui viene redatta una relazione d’inquadramento per la presa in carico psicosociale della famiglia. (relazione sociale + relazione psicologica)
  • Fase Propositiva: sulla base delle richieste della famiglia, sui bisogni emersi e su ciò che per esperienza professionale gli specialisti hanno riscontrato appropriato ed esigibile, viene estesa una relazione di sintesi con gli obiettivi programmati e aperta un’Agenda di Famiglia* con il cronoprogramma delle azioni da intraprendere (rubrica contatti, telefonate, email, incontri ecc).
  • Fase Esecutiva: E’ la fase realizzativa degli interventi previsti dal cronoprogramma. Contatti con Servizi Sociali Locali, INPS, Scuola, Comune, ecc. Durante lo svolgimento di tale fase, l’*Agenda di Famiglia verrà riempita con le azioni intraprese, per tenere traccia del lavoro svolto ai fini di una ricostruzione cronologica e metodologica della presa in carico utile per istruire eventuali azioni legali o la narrazione dei fatti in articoli di denuncia/testimonianza.

In linea di massima le figure professionali che interverranno nel presente Progetto sono quelle dell’Assistente Sociale, dello Psicologo, dell’Avvocato e del Promotore Sociale e al bisogno del medico legale tramite consulenza, le quali potranno agire disgiuntamente ma anche congiuntamente secondo i principi del miglior coordinamento nell’interesse dei componenti della Famiglia Voa Voa aderente al Progetto.

In particolare, se pur sempre in linea di massima, tali figure svolgeranno le seguenti prestazioni:

  • Assistente Sociale: una volta raccolta la proposta di adesione al Progetto si occuperà di contattare la Famiglia Voa Voa aderente, fornendole le informazioni necessarie, inviandole il materiale predisposto nonché fissandoci un incontro preparatorio. In tale incontro somministrerà alla Famiglia Voa Voa il questionario d’inquadramento collaborando con quest’ultima ai fini della immediata compilazione. Dopodiché consegnerà alla Famiglia Voa Voa il c.d. “Questionario Psicologi” che la famiglia compilerà personalmente in un secondo momento e che rinvierà in busta preaffrancata, una volta compilata, agli psicologi. (il questionario psicologico è volutamente proposto dagli assistenti sociali e non dagli stessi psicologi per mantenere un iniziale necessario distacco a favore di una più efficace valutazione della famiglia)
  • Psicologo: incontra la Famiglia Voa Voa almeno 2 volte in via informale per un indispensabile approccio conoscitivo. Analizza il proprio questionario compilato dalla Famiglia e sulla base dei risultati decide circa l’opportunità o meno di effettuare sedute con i loro componenti. Se ne ravvede l’opportunità, propone di svolgere n. 3 sedute al termine delle quali pronosticherà alla Famiglia Voa Voa la necessità o l’opportunità di proseguire con altre sedute. Le sedute successive alla terza non rientrano nel Progetto ma, in caso di volontà della Famiglia Voa Voa, le stesse potranno essere effettuate a prezzi previamente concordabili.
  • Promotore Sociale: svolge materialmente tutte le attività di primo contatto con la Pubblica Amministrazione in base alle direttive dell’Assistente Sociale o degli altri professionisti partecipanti al Progetto.
  • Avvocato: interviene direttamente in caso di gravi e persistenti violazioni da parte della P.A. contattando quest’ultima, diffidandola, ecc. e comunque adoprandosi per far rispettare i diritti spettanti alla Famiglia Voa Voa aderente al Progetto. Interviene altresì in caso di mancanza di risultati positivi nelle istanze alla P.A. precedentemente effettuate da parte degli altri